Crea sito

100 modi per uccidere la suocera

Quando deciderete di partire per le vacanze, la Suocera entrerà in modalità moribonda.

Questo significa semplicemente che la sua testa le farà fare di tutto per impedirvi, badate benedi partire senza di lei.

Questa sarà la vostra spada di Damocle che arriverà sempre, finché sarà in vita, almeno con tre giorni di anticipo, rispetto al giorno che avrete deciso per la partenza. E non provate ad usare stratagemmi, tipo, gli diciamo una data, lei si ammala, e noi invece avevamo programmato 7 giorni dopo, perché in questo caso la malattia temporanea diventerà cronica. Ve lo dice uno che lo ha subito per 13 anni. Ogni volta che si ventilava la partenza, lei faceva finta di non sentire, perché voleva capire se sarebbe venuta con noi. Nel qual caso appena tornata a casa, anche se fosse stato il 24 dicembre, quando vostra moglie l’avrebbe accompagnata a casa, sarebbe rimasta per almeno due ore a casa di vostra suocera. Vi chiedete il perché? Allora siete dei novizi.

La suocera che sa di partire con voi, vuole due cose:

La prima, le valige sotto al letto pronte, perché se cambia qualcosa e non la volete con voi, lei vorrà essere trasportata all’ospedale di corsa, così anche se non riuscirà a seguirvi, farà intervenire il cervello della figlia con un senso di colpa incredibile. Avete presente: spiaggia, mare, sole, la gazzetta immacolata, sdraio, bicchiere con bibita ghiacciata, freezer portatile sotto l’ombrellone e vostra moglie disperata. Vacanze disperate, <<ma perché non mi risponde né al cellulare, né a quello fisso?>> <<ma potevamo portarla con noi, dai, qui ci sono tante sdraio, poi poteva giocare a carte con gli altri ospiti>> <<in fondo un po’ di sole le avrebbe fatto bene>> Quindi quando a dicembre viene accompagnata a casa dalla figlia, deve trovare la valigia, tirare fuori dagli armadi un vestito leggero per ogni sera di vacanza, almeno due cappelli, le ciabatte scollate, si quelle che le aveva regalato il povero defunto marito, assieme alla sua foto incorniciata che tiene sul comodino. Le calze compressive, la lucina che non si sa mai, la scatola di riserva per la dentiera e la colla. Voi se vi ricordate stavate facendo addormentare i bambini, oppure eravate sul divano a cambiare canale e quando iniziavano le trasmissioni in replica avete preso in mano il telefono per capire dove fosse finita la mogliettina.

Avete capito?

La seconda cosa che vuole è decidere chi vedere al mare. Quindi la rubrica telefonica e via andare, <<domani devo chiamare Maria, così gli chiedo se in quel periodo viene giù ad aprire la casa, così facciamo la caponata, e prepariamo i vasi con le melanzane, i pomodori, ecc. Ecc.

Forse avete capito.

Non sarà più la vostra vacanza, mi dispiace, sarete ospiti delle vostre vacanze, con incarichi di compagnia, di autista, ecc.

Poi ricordiamoci che quando si muove la suocera è la lumaca con tutta la casa. <<non puoi portarti le canne e tutta quella attrezzatura, dove vuoi metterla, non abbiamo spazio.>> Comincia così il calvario che vi farà odiare la partenza e il ritorno, ma anche tutto il viaggio. Perché dovrete partire all’ora che decide lei, se vuol partire alle 5 del mattino, o vi svegliate alle 4 e andate a prenderla, oppppppuuuuuurrrrreeeeee dormirà da voi, cosi voi vi illudete di dormire un’ora in più ed invece dormirete “se dormirete”, 3 ore di meno. <<non trovavo la posizione>> Ed intanto ravanava tipo CSI fra cassetti e armadi, e lo capirete al mattino perché starà appiccicata a vostra figlia e gli sussurrerà parole sottovoce e poi si girerà e vi farà un sorrisino.

Non avete ancora capito?

Vi ha radiografato, <<ma si fa la barba con quel rasoio? Perché usa quella crema? Ma anche tu come fai ad indossare quelle pseudo mutande con il filo nel sedere?>> e andrà avanti per un bel po’. Ricordatevi che voi partirete nervosissimi, e tornerete nervosissimi. Anche quando dovrete giocare a Tetris per inserire tutte le “cagate” che si porta dietro, nel bagagliaio della macchina, sarà piazzata dietro di voi, con sguardo sprezzante, e al primo inceppo vostro, dichiarerà: <<mio marito, povera anima sua, era più capace, faceva in modo di mettere tutto in ordine, e non avanzava neanche un pacchetto>> poi @@@!!#### e vostra moglie vi rimprovererà <<ma c’era bisogno di risponderle così, capisco che non ti molla un attimo, ma contieniti>> voi salirete in macchina, e a porte chiuse continuerete lo sfogo @@@@!!!!!!!!!!#############

Non pensiate di cambiare strategia, perché perderete sempre, finché sarete in svantaggio. Vostra moglie sarà sempre ipoteticamente con voi, ma sarà con la suocera. Quindi non provate a comprare il Camper, la barca a vela, il gommone, o la casa rifugio in Val di Fassa, perché verrà con voi e si porterà dietro tutte le difficoltà. E ancora niente vacanze.

Gommone, <<io non ci salgo, lui va troppo forte, il sole mi cuoce, l’acqua è troppo salata, e troppo profonda, ci sono i ricci, gli squali; dai resta tu qui con me e lascia che lui si diverta con quel giocattolo così magari pesca un pesce e lo cucini per cena>>.

Camper, <<ma questo letto è troppo piccolo, io cado>> voi vi dividete, suocera e figlia nel matrimoniale e voi in mansarda. <<ma come si fa a far entrare un po’ d’aria in questa scatola, ops scusa l’ho rotto, non volevo>> due giorni a cercare un negozio per la maniglia della finestra rotta, altrimenti ti entrano i ladri. <<ma non avete l’aria condizionata in sto coso? Possibile che mi fate sempre mangiare scatolette? Poi in quel bagno non si respira, e poi io ho vuotato tutta quella bottiglia con il liquido blu, ma non scende niente, neanche la carta>> <<Mamma hai usato la carta igienica del camper? No perché sono abituata con la mia di casa>> altri due giorni per trovare un posto per vuotare e pulire il wc chimico, e fare in modo che nessuno ti veda perché altrimenti sei sputtanato a vita. E in più da due giorni stai girando a vuoto per trovare un parcheggio vicino ad un bar, perché la suocera deve fare pipi.

Capito?

C’è ancora la barca a vela, la casa in montagna, la tenda, ecc.

Esperienze vissute personalmente, soldi buttati, ferie mai fatte, litigi continui prima, durante e dopo. Hai due scelte possibili: fai vincere la suocera e lasci tua moglie con lei, mentre tu vai a fare quello che ti pare, questo sarà l’unico modo di fare le sacrosante e meritate ferie. Oppure devi mettere tua moglie alla berlina, <<devi lasciarla a casa, con freezer e frigo in casa pieni, congelatore in cantina pieno, 200 bottiglie d’acqua, vicina volenterosa che la può aiutare, lista dei numeri di telefono di tutti, anche del prete, e il tuo telefono lo accendi solo dieci minuti al giorno dopo aver pranzato>> Se non funziona così, utilizzate la prima.